Nell’ottobre 2010 Consip è stata la prima centrale di committenza pubblica in Italia e fra le prime in Europa a ricevere la certificazione per i propri processi d’acquisto, vedendo così premiati gli sforzi sostenuti per garantire qualità, efficienza ed efficacia nell’organizzazione e nelle procedure e un costante orientamento alla soddisfazione del cliente.

La certificazione Consip è stata progressivamente estesa nel corso degli anni, arrivando a ricomprendere tutte le attività di procurement dell'azienda. Oggi tale certificazione ha per oggetto “Progettazione e sviluppo di iniziative per l’acquisizione di beni e servizi, in qualità di centrale di committenza, per la pubblica amministrazione”.

Il valore di un’azione improntata ai più alti standard di qualità non ha solo ricadute positive in termini di efficienza, ottimizzazione dei costi, trasparenza e soddisfazione delle amministrazioni, ma nel caso di Consip ha anche ricadute sull’intero sistema, creando condizioni per una maggiore concorrenzialità del mercato delle forniture pubbliche.

 

 

POLITICA PER LA QUALITA'

La Politica per la Qualità di Consip – che trova il proprio fondamento nella finalità istituzionale dell’azienda di “rendere più efficiente e trasparente l'utilizzo delle risorse pubbliche, fornendo alle amministrazioni strumenti e competenze per gestire i propri acquisti e stimolando le imprese al confronto competitivo con il sistema pubblico” - si sviluppa intorno a 4 principi cardine, che riflettono le linee di sviluppo per la gestione aziendale: Ottimizzazione del ciclo produttivo; Governo, controllo e misurazione delle performance; Rispetto delle regole di trasparenza, etica e compliance; Valorizzazione del capitale umano.

Lo sviluppo della Politica per la Qualità non può, infine, non tenere conto del sistema di valori che caratterizza l’identità complessiva dell’azienda e che guida il comportamento delle persone: “Fare la differenza”, “Eccellenza”, “Fiducia”, “Sfida”, “Coraggio”, “Passione”.

 

Image

Image

Image

Image

Image

Image