Nella presente sotto-sezione sono pubblicati i criteri per la nomina dei componenti delle commissioni giudicatrici nelle procedure di gara bandite da Consip Spa. La composizione delle commissioni relative alle iniziative bandite in seguito all'entrata in vigore del d.lgs. 50/2016, è consultabile all’interno della pagina dedicata alla singola iniziativa, all’interno della sezione Bandi di gara e contratti.

 

Criteri per la nomina dei componenti delle commissioni giudicatrici nelle procedure bandite dalla Consip per l'aggiudicazione di convenzioni/accordi quadro/contratti pubblici di appalto

 

La Consip, considerato che:

- l’art. 77, co. 1 del D.Lgs. 50/2016, dispone che, nelle procedure di affidamento di contratti di appalto o di concessione da aggiudicare mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico sia attribuita ad una commissione giudicatrice composta di esperti nello specifico settore cui afferisce l’oggetto del contratto;
- l’art. 77, co. 3 del D.Lgs. 50/2016, dispone che i commissari siano scelti:

  • in caso di appalti di importo superiore alla soglia di cui all’art. 35 del D.Lgs. 50/2016, tra gli esperti iscritti all’Albo dei componenti delle commissioni giudicatrici istituito presso l’Anac;
  • in caso di appalti di importo inferiore alla soglia di cui al cit. art. 35 o per quelli che non presentano particolare complessità, anche tra personale interno alla stazione appaltante, nel rispetto del principio di rotazione;

- gli artt. 77, co. 12 e 216, co. 12 del D.Lgs. 50/2016 precisano che, fino all’adozione della disciplina in materia di iscrizione all’Albo, la commissione continua ad essere nominata dall’organo della stazione appaltante competente ad effettuare la scelta del soggetto affidatario del contratto, secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate da ciascuna stazione appaltante;
- è necessario definire dei criteri generali di nomina dei componenti delle commissioni giudicatrici che possano essere utilizzati:

  • nelle procedure di affidamento di contratti di appalto di importo superiore alla soglia di cui al cit. art. 35, fino all’istituzione dell’Albo dei componenti delle commissioni giudicatrici di cui all’art. 78 del citato decreto;
  • nelle procedure di affidamento di contratti di appalto di importo inferiore alla soglia di cui al cit. art. 35, o per quelli che non presentano particolare complessità, nel caso si ritenga di avvalersi di tale facoltà;

- è opportuno demandare alla commissione l’intero procedimento di valutazione delle offerte, attribuendo alla medesima la competenza sulla valutazione degli aspetti amministrativi oltre che tecnico-economici delle medesime, al fine di garantire l’unitarietà del procedimento di valutazione e la terzietà del valutatore;

ha adottato i seguenti criteri di nomina dei componenti delle commissioni giudicatrici interne:

 

Articolo 1 – Commissione nelle procedure di aggiudicazione

1. La Consip Spa nomina una commissione giudicatrice nelle procedure da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
2. La Consip Spa si riserva la facoltà di nominare una commissione di gara anche nelle procedure da aggiudicare mediante il criterio del minor prezzo.


Articolo 2 – Composizione della commissione

1. La Commissione è composta da un numero di componenti pari a tre o, qualora la valutazione delle offerte risulti particolarmente complessa, pari a cinque.
2. I componenti sono selezionati tra il personale della Consip Spa e sono individuati: a) il presidente, tra il personale dirigente o non dirigente preposto ad attività di coordinamento; b) i commissari diversi dal presidente, tra il personale dipendente.
3. In caso di accertata carenza in organico di adeguate professionalità, la Consip Spa ricorrerà a funzionari di Amministrazioni esperti nello specifico settore cui afferisce l'oggetto del contratto individuati con sorteggio attraverso un censimento pubblico ovvero per gare su delega tra una rosa fornita dall’Amministrazione delegante.


Articolo 3 – Selezione dei componenti

La selezione dei componenti della commissione avviene nel rispetto del principio di rotazione. A tal fine il dipendente selezionato quale commissario di gara non potrà ricoprire analogo incarico per più di due edizioni consecutive della stessa gara, fermo restando, in ogni caso, che per ciascuna gara la commissione dovrà variare dei 2/3 dei membri rispetto alla precedente edizione.


Articolo 4 – Requisiti dei componenti

1. I componenti devono essere esperti nello specifico settore cui afferisce l’oggetto del contratto da affidare e non devono aver svolto, né possono svolgere, alcun’altra funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente al medesimo.
2. I componenti non devono trovarsi in una delle condizioni previste dall’art. 77, co.5 e 6, del D.Lgs. 50/2016 e, a tal fine, per l’accettazione dell’incarico e per il conseguente perfezionamento della nomina, devono rendere apposita dichiarazione recante l’indicazione dell’insussistenza delle suddette clausole.


Articolo 5 – Nomina dei componenti

1. I componenti sono nominati dall’Amministratore delegato della Consip Spa con apposito atto che si perfeziona, dopo la scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, presa visione dell’elenco delle offerte pervenute e ove non sussistano cause di incompatibilità/conflitto di interesse, con l’accettazione da parte dei candidati individuati al ruolo di commissario,

 

Leggi il documento in formato PDF (67 kb)

 

 

Pagina aggiornata il 14/10/2016