Vai al contenuto della pagina Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai al menù secondo livello

Scheda comunicato

Dettaglio scheda comunicato

Titolo comunicato

Terremoto Centro Italia: aggiudicata la gara per il noleggio dei container Entro dicembre la prima fornitura per oltre 2.000 persone

Tipologia

Comunicati gare aggiudicate

Data di pubblicazione

18/11/16

Gara collegata

Procedura negoziata Allestimento delle aree accoglienza della popolazione interessata dagli eventi sismici


Testo completo

È stata aggiudicata nella serata di ieri, giovedì 17 novembre, la Procedura negoziata bandita da Consip lo scorso 12 novembre per il noleggio di container – comprensivo di trasporto, installazione e rimozione – per l’accoglienza delle popolazioni colpite dai recenti eventi sismici.

L’aggiudicazione è stata possibile per i primi due dei tre lotti che hanno composto la gara: il noleggio dei container abitativi e l’acquisto di arredi e biancheria per il loro allestimento. Per il terzo lotto, relativo al noleggio di container ad uso lavanderia, non sono invece pervenute offerte.

Entro dicembre, la prima fornitura di container permetterà di assistere oltre 2.000 persone nei campi che verranno attrezzati. Nello specifico la fornitura prevede:

- 758 container in massimo 30 giorni dall’ordine che verrà effettuato entro il prossimo 21 novembre. Nel dettaglio, 214 arriveranno entro i primi 15 giorni e 544 nei successivi 15.

- ulteriori 990 container in massimo 30 giorni dall’ordine che verrà effettuato dopo il 21 novembre.

È importante ricordare che tra i container abitativi sono ricompresi anche refettori, aree comuni e corridoi di comunicazione. I moduli ad uso abitativo in senso stretto costituiscono circa il 43% della fornitura, a seconda della dimensione dei campi.

Al momento i Comuni che hanno confermato il dato del fabbisogno alloggiativo tramite moduli-container sono sei: Norcia in Umbria, Camerino, San Ginesio, Caldarola e Palmiano nelle Marche e Amatrice nel Lazio, per una popolazione complessiva di circa 1800 persone. È, invece, ancora in corso da parte degli altri Comuni dell’area maggiormente colpita l’individuazione del numero di cittadini da alloggiare nei container.