Vai al contenuto della pagina Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai al menù secondo livello

Normativa di riferimento

In questa sezione viene presentato un quadro riassuntivo dei principali provvedimenti che interessano la costituzione, i compiti e l'attività di Consip.

Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

  • Legge 28 dicembre 2015 n. 208 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016), commi 494 e ss (ex art. 28) e commi 548 e ss (ex art. 31);
  • DPCM 24 dicembre 2015 - Individuazione delle categorie merceologiche ai sensi dell'articolo 9, comma 3 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, unitamente all'elenco concernente gli oneri informativi;
  • Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 16 dicembre 2015, che stabilisce i criteri di ripartizione delle risorse del Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e di servizi, ai sensi dell’art. 9, comma 9, del D.L. 66/2014;
  • Decreto legge 25 novembre 2015 n. 185 - Misure urgenti per interventi nel territorio che all'art. 15 comma 7 prevede che le associazioni sportive che gestiscono un impianto pubblico sportivo possono ricorrere alle convenzioni Consip o di altra centrale regionale per la fornitura di energia elettrica/gas;
  • Decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari” che, all’art. 22, estende alle autorità indipendenti l’obbligo di rispetto del benchmark delle convenzioni Consip, nonché l’obbligo di ricorso al MePa o ad altro mercato elettronico per gli acquisti sotto soglia; inoltre, con l’art. 3-bis, elimina la possibilità che le amministrazioni statali e regionali procedano, nelle categorie e soglie individuate con il DPCM di cui all’art. 9 comma 3 del dl 66/2014, ad acquisti autonomi qualora i relativi prezzi siano inferiori a quelli emersi dalle gare Consip e dei soggetti aggregatori;
  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 novembre 2014, che individua i requisiti per l’iscrizione nell’elenco dei soggetti aggregatori, ai sensi dell’art. 9, comma 2, secondo periodo, del d.l. 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89.
  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 novembre 2014, che istituisce il Tavolo Tecnico dei soggetti aggregatori, ai sensi dell’art. 9, comma 2, terzo periodo, del d.l. 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89.
  • Decreto legge 24 aprile 2014, n. 66 recante “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l'adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria”, che all’articolo 9 prevede l’istituzione, nell’ambito dell’anagrafe unica delle stazioni appaltanti operante presso l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, di un elenco dei soggetti aggregatori, del quale fanno parte Consip S.p.A. e una centrale di committenza regionale qualora costituita ai sensi dell’art. 1, comma 455, della L. 296/2006. Inoltre, prevede che,    alternativamente all’obbligo per le regioni di costituire entro il 31 dicembre 2014, ove non esistente, un soggetto aggregatore, le stesse possono stipulare con il Ministero dell'economia e delle finanze apposite convenzioni sulla cui base Consip S.p.A. svolge attività di centrale di committenza per gli enti del territorio regionale. Lo stesso articolo prevede che con DPCM sono individuate le categorie di beni e di servizi nonché le soglie al superamento delle quali le amministrazioni statali centrali e periferiche, nonché le regioni, gli enti regionali, i loro consorzi e associazioni, e gli enti del servizio sanitario nazionale ricorrono a Consip S.p.A. o agli altri soggetti aggregatori per lo svolgimento delle relative procedure. Si prevede, inoltre, l’istituzione con DPCM del tavolo tecnico dei soggetti aggregatori. L’articolo 10 del d.l. prevede poi che con Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze sono individuate le prestazioni principali in relazione alle caratteristiche essenziali dei beni e servizi oggetto delle convenzioni stipulate da Consip S.p.A. cui è stato possibile ricorrere tra il 1º gennaio 2013 e la data di entrata in vigore del d.l. e che le amministrazioni aggiudicatrici trasmettano all'Osservatorio centrale di lavori, servizi e forniture dell'Autorità, anche i dati dei contratti non conclusi attraverso centrali di committenza di importo pari o superiore alla soglia di rilevanza comunitaria aventi ad oggetto una o più delle suddette prestazioni principali in relazione alle caratteristiche essenziali come individuate dal DM.
  • Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 23 maggio 2013 che individua le categorie di beni e servizi per i quali le pubbliche amministrazioni statali sono tenute a procedere alle relative acquisizioni attraverso strumenti di acquisto informatici, ai sensi dell’art. 1, comma 158, della legge 24 dicembre 2012, n. 228;
  • Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 23 novembre 2012, recante “attuazione dell’art. 1, comma 453, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, come sostituito dall’art. 11, comma 11, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n.111, in tema di meccanismi di remunerazione sugli acquisti” che disciplina l’applicazione di meccanismi di remunerazione degli acquisti da imporre a carico dell’aggiudicatario delle convenzioni, degli accordi quadro e delle gare su delega bandite da Consip;
  • Decreto legge 6 luglio 2012 n.95, pubblicato nella G.U. 6 luglio 2012, n. 156, recante "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario", convertito con modificazioni in. L. 135 del 7 agosto 2012, pubblicata nella G.U. n. 189 del 14 agosto 2012: Art. 1;
  • Decreto legge 7 maggio 2012 n. 52, pubblicato nella G.U. 8 maggio 2012, n. 106, recante "Disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica", convertito con modificazioni in L. 6 luglio 2012, n. 94, pubblicata nella G.U. 6 luglio 2012, n. 156. Art. 7; art. 8; art. 13 ter;
  • Legge 24 dicembre 2012, n. 228, recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" (legge di stabilità): art. 1 da comma 149 a comma 158;
  • Decreto legge 6 luglio 2011 n. 98, recante "Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria". Articolo 11;
  • Legge 23 dicembre 2009 n. 191, art. 2 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2010) articolo 2, commi da 225 a 227;
  • Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 12 febbraio 2009 pubblicato sulla G.U. 19 marzo 2009, n. 65, recante 'Attuazione dall'articolo 2, comma 574 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, in materia di tipologie di beni e servizi oggetto di acquisti tramite Consip S.p.A.' ;
  • Decreto legge 25 giugno_2008 n. 112 art.48 - Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria - art. 48 Risparmio energetico;
  • Legge 24 dicembre 2007 n. 244 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008). Articolo 2, commi da 569 a 574;
  • Legge 27 dicembre 2006 n. 296 - per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007), Articolo 1 commi da 449 a 457; commi, 1126 e 1127;
  • Legge 23 dicembre 2005 n. 266 - per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006), Articolo 1 commi 22 e da 157 a 160;
  • Legge 24 dicembre 2003 n.350 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2004), art. 3, c. 172;
  • Decreto Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica 7 maggio 2001;
  • Decreto Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica 2 maggio 2001;
  • Decreto del Presidente della Repubblica 22 marzo 2001 n. 147 - Regolamento recante modifiche all'organizzazione del Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica;
  • Legge 23 dicembre 2000 n. 388 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2001), art. 58. Consumi intermedi;
  • Decreto Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica 24 febbraio 2000 - Conferimento alla Consip S.p.A. dell'incarico di stipulare convenzioni e contratti quadro per l'acquisto di beni e servizi per conto delle amministrazioni dello Stato;
  • Legge 23 dicembre 1999 n. 488 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2000), art. 26 e s.m.i.. Acquisto di beni e servizi.
 

Attività di Centrale di Committenza

  • L’articolo 9 comma 8 bis del decreto legge 24 aprile 2014, n. 66, recante  “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l'adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria” prevede che il Ministero dell'economia e delle finanze si avvale di Consip S.p.A. nella sua qualità di centrale di committenza per lo svolgimento di procedure di gara finalizzate all'acquisizione di beni e di servizi da parte delle autorità di gestione, di certificazione e di audit istituite presso le singole amministrazioni titolari dei programmi di sviluppo cofinanziati con fondi dell'Unione europea.
  • L’articolo 1, comma 248 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge di stabilità 2014) prevede disposizioni in tema di ricorso a Consip per le acquisizioni di beni e servizi da parte delle amministrazioni titolari di programmi di sviluppo cofinanziati con fondi dell’Unione Europea, finalizzati all’attuazione dei detti programmi.
  • L’art. 46 ter del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98 recante “Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia” prevede che      Expo 2015 S.p.A. può avvalersi di Consip, nella sua qualità di centrale di committenza.
  • l'art. 4, comma 3 ter del d.l. 95/2012, prevede che Sogei S.p.A., sulla base di apposita convenzione disciplinante i relativi rapporti, si avvale di Consip S.p.A., nella sua qualità di centrale di committenza, per le acquisizioni di beni e servizi; in tema di amministrazione digitale:
  • l'art. 4, comma 3 quater, del d.l. 95/2012 prevede che Consip S.p.A., per la realizzazione di quanto previsto dall'art. 20, comma 4 del d.l. n. 83/2012, (e, cioè, che le attività amministrative, contrattuali e strumentali già attribuite a DigitPA sono affidate a Consip S.p.A.) svolge le attività di centrale di committenza relative alle Reti telematiche delle Pubbliche Amministrazioni, al Sistema Pubblico di Connettività e alla Rete internazionale delle pubbliche amministrazioni, nonché ai contratti-quadro ai sensi dell'art. 1, comma 192, della legge n. 311/2004.
  • Il Decreto legge del 6 dicembre 2011, n. 201 (art. 29), pubblicato nella G.U. n. 284, del 6 dicembre 2011, recante "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici", convertito con modificazioni in Legge 22 dicembre 2001 n. 214, pubblicata in G.U. 27 dicembre 2011 n. 300, prevede che le amministrazioni pubbliche centrali inserite nel conto consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'ISTAT, nonché gli enti di previdenza e assistenza sociale, possono avvalersi di Consip S.p.A. nella sua qualità di Centrale di Committenza ai sensi dell'art. 3, comma 34, D. Lgs. 163/2006;

 

Altre attività

  • amministrazione digitale: Legge 28 dicembre 2015 n. 208 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016), commi da 512 a 520 (ex art. 29)
  • dismissione dei beni mobili dell’amministrazione della Difesa: Il Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 22 dicembre 2014 prevede che il Dipartimento del Tesoro si avvalga di Consip S.p.A per la realizzazione del programma per l'efficientamento delle procedure di dismissione di beni mobili dell'Amministrazione della Difesa.
  • amministrazione digitale: L'art. 4, comma 3 quinquies del D.L. 95/2012, convertito in. L. 135/12, dispone che Consip S.p.A. svolge l'istruttoria ai fini del rilascio dei pareri di congruità tecnico-economica da parte dell'Agenzia per l'Italia Digitale.
  • dismissione di beni mobili: L'art. 1, comma 19, del D.L. 95/2012, convertito in. L. 135/12, prevede che il Ministero dell'economia e delle finanze si avvalga di Consip S.p.A. per la realizzazione di un programma per l'efficientamento delle procedure di dismissione dei beni mobili delle amministrazioni, anche mediante l'impiego di strumenti telematici e del sistema informatico di e-procurement.
  • tenuta del registro dei revisori legali: Ai sensi del D. Lgs. n. 39 del 29 gennaio 2010, pubblicato nella G.U. n. 68 del 23 marzo 2010, recante "Attuazione della direttiva 2006/43/CE, relativa alle revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati, che modifica le direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE, e che abroga la direttiva 84/253/CEE", il Ministero dell'Economia e delle Finanze (RGS) ha affidato a Consip S.p.A. le attività di supporto ai compiti del Ministero in tema di tenuta del Registro dei revisori legali dei conti e del Registro dei tirocinanti.
  • fusione per incorporazione di Sicot Srl in Consip: L’articolo 1, comma 330, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, recante “Disposizioni del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge di stabilità 2014) prevede la fusione per incorporazione di SICOT S.r.l. in Consip S.p.a. e che le attività attualmente svolte da Sicot potranno essere affidate dal Ministero dell’economia e delle finanze a Consip.